gaac - online


Homepage
Mail

GAAC  1988  52 / III  n. 34 - 52

 
 
DIRITTO NAZIONALE

 

1 Stato - Popolo - Autorità
 

Asilo. Procedura. Accertamento dei fatti. Perizia medica ufficiale ordinata durante una procedura di ricorso contro il rigetto di una domanda d'asilo, dopo che il richiedente aveva prodotto una perizia medica privata a sostegno delle sue allegazioni relative ad atti di tortura ch'egli avrebbe subito. La trasmissione del verbale e del resoconto delle audizioni cantonali e federali ai periti ufficiali non compromette la loro imparzialità. Non c'è nessuna ragione di ordinare una superperizia unicamente perché esistono divergenze fra le conclusioni della perizia ufficiale, svolta in maniera particolareggiata e completa da un istituto universitario di medicina legale particolarmente qualificato, e quelle dell'internista consultato dal richiedente (t)  52.34

Asilo. Prestazioni assistenziali per agevolare l'integrazione professionale. Il fatto che il rifugiato si sia iscritto a una scuola prima di aver cercato di ottenere l'accordo delle autorità non è un motivo per negargli le prestazioni. Il rifiuto di prestazioni richieste per riprendere la professione anteriore (nella fattispecie pilota di linea) é ammissibile soltanto qualora la situazione personale del rifugiato e il mercato del lavoro facciano apparire molto esigue le speranze di poterla esercitare (t)  52.35

 

4 Scuola - Scienza - Cultura
 

Formazione professionale. Corso d'introduzione. Possibilità d'esonero. Interpretazione non meramente storica della legge. Per un eventuale esonero nel settore commerciale, l'Ufficio dell'industria, delle arti e mestieri e del lavoro, competente in materia, deve verificare le circostanze esistenti e le esigenze poste al momento della decisione (t)  52.36

Obblighi militari. Esclusione dal servizio per indegnità a causa di reati oggettivamente e soggettivamente gravi, nonostante una condotta militare irreprensibile. Gli sforzi personali e professionali del condannato per reinserirsi nella società non giustificano una rinuncia all'esclusione, ma tutt'al più una reintegrazione dopo il periodo di prova (t)  52.37

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Incendi di foreste causati da esercizi di tiro della truppa. Responsabilità della Confederazione per i costi di spegnimento e per gli indennizzi ai pompieri del Comune (cambiamento di giurisprudenza) (t)  52.38

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Mancata prova dell'adeguata connessione tra vibrazioni provocate dai tiri di cannoni anticarro in montagna e le crepe esterne ed interne di un edificio alberghiero situato nella zona (t)  52.39

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Responsabilità della Confederazione per un incidente della circolazione provocato nella nebbia da un mucchio di sabbia depositato dalla truppa su una strada d'accesso a un'aviorimessa, in concorso con la responsabilità, dell'automobilista civile leso, per il pericolo connesso con l'impiego del veicolo. Riduzione del risarcimento unicamente sul fondamento di una valutazione delle situazioni concrete. Nella fattispecie, nessuna riduzione poiché la guida del veicolo è stata irreprensibile (t)  52.40

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Incidente della circolazione causato da una regolazione non ben comprensibile del traffico militare. Il mancato adempimento dell'obbligo di prudenza da parte dell'automobilista coinvolto giustifica una riduzione dell'indennizzo da parte della Confederazione (f)  52.41

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Danno subito dalle segatrici del destinatario finale di una partita di legno proveniente dalle foreste di un Comune e contenente proiettili corazzati. Regresso del Comune, che ha risarcito il danno, nei confronti della Confederazione. Responsabilità della Confederazione limitata fondamentalmente ai danni diretti. Riduzione del risarcimento a causa di una negligenza del Comune che aveva sottovalutato il rischio di simili danni nonostante i ripetuti avvertimenti (t)  52.42

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Regresso della Confederazione contro un militare che ha causato un danno alla Confederazione (e a un terzo) in un incidente stradale. Presupposto di grave negligenza. Rapporto con la nozione di violazione grave delle norme di circolazione. Violazione delle norme di circolazione concernenti la manovra di retromarcia senza visibilità (A) e le misure di sicurezza prima di lasciare il veicolo (B), la quale, nella fattispecie, è ritenuta colpa giustificante l'azione di regresso (f+ t)..  52.43 A,  52.43 B

Organizzazione militare. Responsabilità civile. Danni subiti dalla Confederazione per la distruzione di pulegge di rinvio in occasione di esercizi di tiro con mitragliatrici su elicotteri-bersagli mobili. Responsabilità del comando della truppa che aveva omesso, fra i provvedimenti cautelari adottati, di prevedere controlli e sospensione dei tiri in caso di necessità (t)  52.44

Materiale bellico. Rifiuto di un'autorizzazione d'esportazione. Definizione di materiale bellico. Qualità di materiale bellico riconosciuta a un prodotto chimico che può essere impiegato come mezzo da combattimento, poco importa se usato dall'esercito o dalla polizia (t)  52.45

Servizio militare degli Svizzeri all'estero. Domicilio. Definizione. Valutazione in funzione della situazione del momento. Caso di una persona avente la doppia cittadinanza che studia ora in Svizzera ora nell'altro Paese d'origine dove ha contratto matrimonio (t)  52.46

 

7 Lavori pubblici - Energia - Trasporti e comunicazioni
 

Circolazione stradale. Fondo per la prevenzione degli infortuni. Ricorso al Consiglio federale contro il rifiuto di un sussidio per corsi pratici di guida di motocicletta su pista d'allenamento. La motivazione del rifiuto, secondo cui questi corsi, anche se possono contribuire alla prevenzione degli infortuni, non possono essere valutati attualmente in merito al loro grado di efficacia, è insufficiente per quanto concerne l'accertamento dei fatti e costituisce un abuso del potere discrezionale dell'autorità di prima istanza (t)  52.47

 

8 Sanità - Lavoro - Sicurezza sociale
 

Limitazione dell'effettivo degli stranieri. Approvazione dell'Ufficio federale degli stranieri (UFS) concernente le autorizzazioni di dimora per beneficiari di rendite.

Procedura. Ricorso al Dipartimento federale di giustizia e polizia contro una decisione dell'UFS di non entrare nel merito, motivata dal fatto che le nuove circostanze invocate dal richiedente non giustificano il riesame di una decisione di rifiuto pronunciata due anni prima. Inammissibilità della decisione di non entrare nel merito visto il legittimo interesse del richiedente all'emanazione di una decisione costitutiva. La decisione impugnata deve essere intesa come rigetto dell'istanza, considerato che l'autorità inferiore si è pronunciata sulla qualità delle allegazioni, e pertanto è entrata nel merito. Esame dei motivi del rigetto da parte dell'autorità di ricorso (t)  52.48

Limitazione dell'effettivo degli stranieri. Approvazione dell'Ufficio federale degli stranieri (UFS) concernente le autorizzazioni di dimora per beneficiari di rendite.

Procedura. Nullità di una decisione dell'UFS presa in seguito alla trasmissione dell'inserto, senza previa decisione positiva dell'autorità cantonale (t)  52.49

Assicurazione contro le malattie. Decreto di un governo cantonale concernente la tariffa limite per le prestazioni ambulatoriali dei medici a favore degli assicurati delle casse-malati. Ricorso interposto al Consiglio federale contro una disposizione del decreto la quale esclude l'applicazione del mede sino in caso di cure ospedaliere. Conformemente ad un'interpretazione sistematica della legge federale sull'assicurazione contro le malattie (LAMI), sia la garanzia sia il tipo di tariffa variano a seconda del luogo in cui sono dispensate le cure mediche. Definizione di cura ambulatoriale e di cura ospedaliera. Per le cure ospedaliere la tariffa può prevedere unicamente le prestazioni minime per la camera comune, visto che l'ospedalizzazione in camera privata o semi-privata, in virtù di un silenzio qualificato della LAMI, non è subordinata all'assicurazione sociale, ma al diritto privato. Portata della libera scelta del medico (f)  52.50

 

9 Economia - Cooperazione tecnica
 

Aiuto agli investimenti nelle regioni montane. Campo di applicazione per materia. Diniego di un mutuo per la costruzione di sale per seminari e di un cinematografo nel complesso alberghiero di una società privata. Carenza di infrastrutture collettive, considerato che la finalità dell'impianto privilegia lo scopo lucrativo della società richiedente (f)  52.51

Sorveglianza delle assicurazioni. Dovere dell'autorità di vigilanza di far rispettare il diritto svizzero in materia di assicurazione privata e di intervenire in caso di situazione pregiudizievole per gli interessi degli assicurati. Assicurazione di una rendita vitalizia con rimborso dei premi in caso di morte di un interdetta, conclusa da un terzo senza il consenso dell'interdetta e del suo tutore. Nessun obbligo dell'Ufficio federale delle assicurazioni private di intentare una procedura di vigilanza contro l'assicuratore il cui comportamento non possa essere valutato chiaramente in base alla legislazione, che deve essere interpretata dal giudice civile (t)  52.52


 

 

 

Inizio del documento