gaac - online


Homepage
Mail

GAAC  1990  54 / II  n. 19 - 35

 
 
DIRITTO NAZIONALE

 

1 Stato - Popolo - Autorità
 

Divieto d'entrata per gli stranieri che mettono in pericolo la sicurezza interna o esterna della Confederazione.

Art. 70 Cost. e 19 n. 2 del DCF sulla competenza dei Dipartimenti e degli uffici che ne dipendono a sbrigare da sé certi affari.

Il principio della proporzionalità esige di togliere il divieto d'entrata fondato sul rischio di un'attività spionistica se detto divieto, considerate tutte le circostanze, dopo tre anni non è più giustificabile.

Art. 8 § 1 e 2 CEDU. In casu, il divieto d'entrata costituisce un'ingerenza nella vita privata e familiare della moglie svizzera e dei figli svizzeri, ingerenza non più necessaria dacché manca un interesse preponderante dello Stato all'allontanamento dello straniero (t)..  54.19

Provvedimenti d'allontanamento contro stranieri che danno motivo di gravi lagnanze.

Art. 4, art. 9 cpv. 2 lett. b, art. 12 cpv. 3, art. 13 cpv. 1 e art. 16 LDDS. Il fatto che il giudice penale abbia condannato condizionatamente all'espulsione dal Paese il partecipante a una rissa, che ha avuto come conseguenza un decesso, non impedisce all'autorità amministrativa di rifiutare l'approvazione per il rinnovo del permesso di dimora e di lavoro dell'interessato e di pronunciare l'espulsione e un divieto di entrata per dieci anni.

Art. 8 CEDU. Il diritto al rispetto della vita familiare non s'oppone a provvedimenti d'allontanamento contro uno straniero il cui coniuge e i cui figli stranieri, residenti in Svizzera, non siano titolari di un permesso della polizia degli stranieri né di un diritto fondato su un trattato internazionale.

Art. 4 Cost. Rispetto dell'uguaglianza, della proporzionalità, del divieto d'arbitrio nella decisione di divieto di entrata (f)  54.20

Polizia degli stranieri. Approvazione di permessi di dimora stagionali.

Art. 1 cpv. 1 lett. c O concernente la competenza. Se ha dichiarato erroneamente che un primo permesso non richiede l'approvazione, l'Ufficio federale degli stranieri non può più correggere l'errore negando l'approvazione in occasione del rilascio di un secondo permesso analogo (t)  54.21

Asilo. Procedura di audizione.

Per garantire il diritto di essere udito e il corretto accertamento dei fatti, il richiedente deve potersi esprimere liberamente e nel modo più facile possibile, eventualmente in lingua materna (f)  54.22

Art. 3 cpv. 3 Legge sull'asilo. Statuto dei coniugi.

- In quanto espressione del principio dello statuto giuridico uniforme per l'intera famiglia, questa disposizione non presuppone che il coniuge stesso adempia i requisiti per ottenere la qualità di rifugiato.

- Il rifiuto della domanda d'asilo di uno dei coniugi, pronunciato prima del matrimonio, non costituisce una circostanza speciale giusta la disposizione surriferita, ma, al contrario, deve essere oggetto di riesame sul fondamento del matrimonio contratto successivamente con un rifugiato riconosciuto (t)  54.23

Eccezione al principio dell'esclusione del respingimento.

Art. 45 cpv. 2 legge sull'asilo e art. 33 cpv. 2 Convenzione sullo statuto dei rifugiati.

- Un incapace di intendere e di volere non può invocare il principio dell'esclusione del respingimento se, in base a una sentenza passata in giudicato, si constata che ha commesso un crimine o un delitto particolarmente e oggettivamente grave, ma non vi è stata condanna in assenza di imputabilità (interpretazione contro il tenore del testo).

- Un'espulsione coatta presuppone una ponderazione fra gli interessi della Svizzera e quelli personali della persona colpita ad essere protetta dalla persecuzione (t)  54.24

Art. 63 cpv. 4 PA. Rispetto del termine per fornire un'anticipazione dei costi in caso di utilizzazione del servizio postagiro a lista delle PTT.

Il comportamento di ausiliari - nel caso presente di una banca - è imputabile alla persona obbligata a fornire l'anticipazione. Il rifiuto di entrare nel merito a causa del pagamento tardivo dell'anticipazione dei costi non viola il divieto dell'eccessivo formalismo (art. 4 Cost.) (t)  54.25

 

3 Diritto penale - Procedura penale - Esecuzione
 

Prestazioni della Confederazione nel campo dell'esecuzione delle pene e delle misure.

Art. 21 lett. c LPPM e art. 10 cpv. 1 OPPM. Sussidi d'esercizio per gli istituti.

Correzione ammissibile del regime transitorio mediante ordinanza del Consiglio federale fondata su un'interpretazione teleologica e sull'ammissione di una incompletezza che avversa il disegno della legge nonché sui principi costituzionali della sicurezza giuridica, della fiducia e della proporzionalità (t)  54.26

 

4 Scuola - Scienza - Cultura
 

Promovimento della ricerca.

Art. 8 lett. e LR. Condizioni per un contributo alla pubblicazione di un lavoro scientifico.

Il FNS non viola il suo potere discrezionale se rifiuta un contributo per una pubblicazione scientifica già stampata con la motivazione che, secondo la prassi, i contributi per pubblicazioni sono presi in considerazione solamente per opere non ancora stampate (t)  54.27

Promovimento della conservazione dei monumenti storici.

- I sussidi federali concessi a questo scopo non sono indennizzi: infatti servono ad alleviare o a compensare gli oneri finanziari imposti dall'esecuzione di compiti prescritti giusta il diritto federale odi compiti di diritto pubblico delegati dalla Confederazione vista la mancanza di competenza legale in materia.

- Il fatto che il proprietario si obblighi liberamente a non costruire non costituisce una servitù che dia diritto all'assegnazione di un aiuto finanziario da parte della Confederazione.

- Nozione di Comune finanziariamente forte secondo l'ordine d'urgenza. In mancanza di dati uniformi e comparabili circa la forza finanziaria dei Comuni politici a livello svizzero, il principio dell'uguaglianza è garantito applicando l'aliquota pro capite dell'imposta federale diretta, a meno che vi siano elementi evidentemente suscettibili di invalidare il suo carattere rappresentativo (f)  54.28

 

7 Lavori pubblici - Energia - Trasporti e comunicazioni
 

Progetto generale di una linea elettrica aerea vicino all'Ospizio del Gottardo. Protezione del paesaggio.

Art. 72 O sugli impianti a corrente forte e art. 3 LPN. Reiezione di una domanda di cablaggio della linea nella procedura ricorsuale davanti al Consiglio federale, dopo che le istanze specialistiche hanno valutato sia il valore storico-culturale dell'Ospizio sia il valore sentimentale della regione dell'Ospizio con gli immediati dintorni dal profilo visuale e hanno giudicato il cablaggio non necessario (t)  54.29

Approvazione dei piani di una linea ad alta tensione. Validità temporanea.

- Il termine di due anni, fissato nella decisione d'approvazione, per costruire l'opera, giusta l'art. 84 O concernente i progetti per gli impianti a corrente forte e conformemente alla prassi costante, inizia a decorrere dal momento in cui hanno potuto essere accordati per via amichevole i diritti di trasporto oppure quando la procedura d'espropriazione è conclusa.

- Una decisione presa in merito a una domanda di proroga, in base alla quale entro un anno devono iniziare i lavori dell'opera oppure deve essere aperta la procedura d'espropriazione affinché siano acquisiti i necessari diritti di trasporto, fissa un termine suppletivo vero e proprio che non lede la validità dell'approvazione.

- Tutela del diritto legale di essere udito di un Comune toccato nell'ambito della procedura di ricorso (t)  54.30

Televisione. Ricorso al Consiglio federale contro l'autorizzazione accordata dal DFTCE alla televisione regionale bernese «Bernsehen» per una breve prova locale.

Art. 33 OPR. Non entrata in materia del Consiglio federale su censure concernenti l'unilateralità politica del programma per il cui esame esiste una procedura speciale.

Art. 55bis cpv. 3 Cost; art. 1 LCS; art. 3 lett. d, art. 7, art. 12, art. 15 cpv. 2 e 3, art. 19 cpv. 2 OPR; art. 2 Concessione SSR del 1987. Esame, da parte del Consiglio federale, delle censure concernenti il sistema di finanziamento («sponsoring»), la forma giuridica dell'organizzatore richiedente, la nascita di un'egemonia pubblicitaria nonché la forma d'autorizzazione e la cooperazione della SSR, a titolo di denunzia all'autorità di vigilanza, che non ha avuto effetto per infondatezza (t)  54.31

 

8 Sanità - Lavoro - Sicurezza sociale
 

Limitazione dell'effettivo degli stranieri. Deroga al contingente massimo.

Art. 13 lett. f OLS. Caso personale particolarmente rigoroso.

- Nozione.

- Padre di famiglia che aveva lavorato 23 anni in Svizzera, era completamente integrato, ma era ritornato cinque anni in Patria per ragioni di salute; il rimpatrio aveva causato una depressione alla moglie. Ammissione di un caso particolarmente rigoroso sul fondamento della durata della presenza antecedente, della durata dell'assenza, del rapporto tra questo periodo e l'età dell'interessato, dell'integrazione precedente e delle relazioni mantenute con la Svizzera nonché dei motivi della partenza e del ritorno richiesto (t)  54.32

Limitazione dell'effettivo degli stranieri. Trasformazione del permesso stagionale in permesso annuale.

Art. 28 cpv. 1 lett. b OLS. Caso personale particolarmente rigoroso.

- Nozione.

- Stagionale che da 17 anni è sempre stato assunto soltanto per otto mesi per cui, nonostante i 148 mesi di lavoro svolto in Svizzera, non adempie le condizioni temporali per la trasformazione del permesso. La vita familiare ne soffre. Ammissione di un caso particolarmente rigoroso in considerazione delle circostanze particolari (t)  54.33

Assicurazione contro le malattie. Convenzione tariffale tra casse e medici.

Art. 22 cpv. 3 LAMI. Il Governo cantonale può unicamente accordare o rifiutare l'approvazione a una convenzione stipulata. Viola il diritto federale una disposizione introdotta unilateralmente dal Governo sul fondamento del diritto cantonale o di una clausola generale di polizia, in base alla quale la posizione tariffale concernente le sale operatorie per operazioni ambulatoriali è applicata soltanto negli studi medici riconosciuti del Dipartimento cantonale (i)  54.34

 

9 Economia - Cooperazione tecnica
 

Regalia delle polveri. Domanda d'autorizzazione per l'importazione di munizione.

Art. 4, 31 e 41 Cost., art. 8 LF sugli esplosivi, art. 12 segg. O sugli esplosivi.

- Le attività comprese nell'ambito della regalia delle polveri sono escluse dalla libertà di commercio e d'industria.

- La munizione per caccia, sporte industria sottostà parimente alla regalia delle polveri.

- Il sistema di distribuzione instaurato dall'Amministrazione, secondo cui il commercio avviene attraverso un ristretto numero di grossisti e le autorizzazioni di importazione sono accordate soltanto eccezionalmente a privati, è conforme al fondamento costituzionale della regalia e al principio dell'uguaglianza di diritti.

- La regalia non serve unicamente alla difesa nazionale e alla sicurezza pubblica, ma persegue anche un obiettivo fiscale.

- Applicazione del principio dell'equivalenza al calcolo dei prezzi non fissati dalla legge per la munizione in questione, di cui la Confederazione è essa stessa importatrice (t)  54.35

 

 

 

Inizio del documento